lunedì 12 febbraio 2018

Leggere le scienze: i vincitori. 1° classificato!

Oggi celebriamo il primo classificato del concorso "Leggere le scienze", Simone Pellegrini, di 10 anni e mezzo.
Oggi cade anche l'International Darwin Day. Charles Darwin sarebbe fiero di questo giovanissimo divulgatore scientifico.
Simone ha proposto un calco, simulando fossili di dinosauri e un libretto esplicativo, che descrive tutto il procedimento per arrivare all'oggetto finale.
Ha immaginato che un Triceratopo in passeggiata lungo un fiume venisse assaltato da un Velociraptor e che tutta questa scena si fosse poi fossilizzata a causa di un'esondazione di un fiume e alla successiva deposizione di vari strati di fango.
Le fasi di realizzazione sono state queste:
- preparazione della base per lo stampo (con terra di campo, nel suo caso)
- creazione delle impronte, attraverso l'utilizzo di statuette di dinosauri
- asciugatura impronte e unzione con olio;
- colata di gesso sullo stampo;
- estrazione dello stampo (dopo un giorno);
- pulitura del gesso.
La motivazione con la quale Simone ha vinto il primo premio è questa: "Per aver saputo riproporre e sviluppare in modo originale le nozioni apprese durante i laboratori, rispettando l'efficacia espositivache è propria della divulgazione scientifica attraverso un linguaggio semplice e chiaro, con strumenti di immediata comprensione e facilmente riproducibili, e soprattutto proponendo una "didattica divertente", vero punto di forza di ogni bravo divulgatore".
Ulteriore nota di merito sul lavoro di Simone è il tentativo - riuscito - di narrazione (immaginando la scena di un delitto, l'uccisione di un dinosauro da parte di un altro).
Questo ragazzino di quinta elementare vince 225 euro e, anche in questo caso, speriamo aiuti a conservare e sviluppare la passione per la scienza e la creatività.

Speriamo di poter realizzare un'edizione 2018 di questo concorso, che a molti ha regalato belle emozioni.



mercoledì 7 febbraio 2018

Leggere le scienze: i vincitori. 2° classificato!

Finalmente siamo arrivati in "zona podio" per il concorso "Leggere le scienze".
Il secondo classificato è Alberto Moretto, 13 anni, che ha prodotto e presentato un oggetto alquanto originale.
Si tratta della rappresentazione di una risorgiva di pianura, una specie di micromondo contenuto in un cubo di plexiglas.
L'imbuto rappresenta la sorgente dalla quale dovrebbe avere origine l'acqua che riempie la pozza. Ci sono inoltre dei bastoncini che sostengono le bandierine con il nome degli alberi tipici di questi ambienti.
Alberto, che ha seguito il laboratorio di Emanuele Baldan, biologo, ha vinto con questa motivazione: "Per aver riprodotto, con materiali e metodo davvero inediti ed originali l'ambiente tipico della risorgiva, rendendone immediatamente comprensibili e visibili le caratteristiche".
Simone ha vinto 165 euro, che per la sua giovane età sono molti!
Speriamo che questo grande premio sia di incentivo a Simone per continuare a coltivare la passione per la scienza e la creatività.


martedì 6 febbraio 2018

Letture di Carnevale

Come ormai tradizione, la biblioteca di Breda offre ai suoi giovanissimi amici e piccoli lettori una sfilata di letture, adatta a bambini dai 3 agli 8 anni.
L'attività è gratuita, e si svolgerà nella mattinata del martedì grasso, 13 febbraio, alle 10.30, in biblioteca.
L'ingresso è libero e gratuito ma vi chiediamo di prenotare la presenza, per questioni logistiche e per avere idea dell'età dei bambini. Lo potete fare inviando una mail all'indirizzo
biblioteca@comunebreda.it
o telefonando al numero 0422600207
Vi aspettiamo tutti in maschera, ma magari senza coriandoli.
A presto!

sabato 3 febbraio 2018

Leggere le scienze: i vincitori. 3° classificato!

Un paio di sabati fa abbiamo premiato 9 ragazzi meritevoli che hanno realizzato manufatti o filmati per il concorso "Leggere le scienze". Ne stiamo ancora parlando perchè riteniamo che si siano veramente impegnati, e che la loro passione e le energie profuse per produrre gli elaborati vadano valorizzate. Si parli maggiormente di giovanissimi virtuosi che occupano positivamente il tempo!

La biblioteca di Breda, inoltre, aderendo ad Euklidea, incoraggia l'approfondimento di argomenti scientifici, anche attraverso attività pratiche, laboratoriali e divertenti.

Oggi diamo spazio ad Andrea Polinedrio, terzo classificato.

Andrea ha realizzato il tutorial in forma di fumetto "Quando c'è un terremoto". E' l'unico ad aver citato le fonti bibliografiche utilizzate al termine del suo lavoro, e questo gli fa onore.
La motivazione per il premio data dalla commissione è questa:

"Per aver trattato l'argomento scientifico attraverso una forma artistica, quella del fumetto, particolarmente efficace nella divulgazione rivolta ai ragazzi, ma senza comunque trascurare la correttezza formale dei contenuti".
Andrea ha ricevuto un ingresso famiglia al Muse di Trento. 





giovedì 1 febbraio 2018

Leggere le scienze: i vincitori. 4° classificato

Anche oggi parliamo dei vincitori del concorso "Leggere le scienze", ed in particolare del quarto classificato, che ha presentato "Il lapbook del terremoto". Il lapbook è una cartelletta che raccoglie minilibri di diverso formato; è inoltre una mappa concettuale, è costituito di testi brevi e semplici ed è caratterizzato da una "base" semirigida sulla quale vengono applicati tutti gli altri elementi.
Nicolò Perissinotto, partendo dalle nozioni e dalle indicazioni date nel laboratorio che ha seguito ad ottobre, ha costruito un modello accattivante, efficace e colorato.

La motivazione del premio data dalla commissione è questa:
"Per aver realizzato uno strumento divulgativo di immediata consultazione e facile comprensione, aggiungendo a un contenuto sostanzialmente corretto l'aspetto creativo e artistico." Nicolò ha ricevuto l'abbonamento alla rivista "Planck!" per un anno.


martedì 30 gennaio 2018

Leggere le scienze: i vincitori. 5° classificato

Il post di oggi è dedicato al quinto classificato del concorso "Leggere le scienze".
Giorgio Tonello ha presentato un intero video divulgativo in cui, da protagonista, descrive la sua bacheca di minerali, trasmettendoci la sua passione e la sua voglia di approfondimento.
Giorgio ha 10 anni, ed ha prodotto, a mano, anche un fascicolo descrittivo con i minerali descritti nel video, le formule chimiche ed altre utili informazioni.
La motivazione della commissione è questa:
"Per avere coniugato la proposta divulgativa con la propria esperienza personale, affiancando, in forme che si completano vicendevolmente, strumenti tecnologici e “moderni” ad altri più materiali e classici."
Il video di Giorgio è davvero interessante, perchè trasmette l'importanza del "piacere di conoscere" legato ad un argomento, in questo caso i minerali, che lo ha spinto ad apprendere nozioni e a mettersi in gioco parlando al pubblico di persona, e non celandosi dietro a una presentazione formata da slide e da immagini non personali.
Ha vinto l'abbonamento alla rivista "Planck". I divulgatori scientifici presenti, Emanuele Baldan e Manolo Piat hanno ricordato come certi "amori giovanili" per certe materie scientifiche li hanno spinti e guidati verso la professione che ora svolgono e si sono augurati che anche Giorgio e gli altri ragazzi possano coltivare, grazie al supporto delle famiglie e alle istituzioni come la scuola e le biblioteche, la propria vocazione scientifica.  




domenica 28 gennaio 2018

Leggere le scienze: i vincitori. 6° classificato


Prosegue con questo post la passerella dei vincitori del concorso "Leggere le scienze".
Il sesto classificato è Matteo Giusto, ha prodotto una presentazione dinamica sui minerali, avendo partecipato al laboratorio "Ma tu li mangi i sassi?", a cura del geologo Manolo Piat.


La motivazione è questa: "Per aver saputo realizzare, attraverso l'applicazione delle moderne tecnologie, oggi strumenti indispensabili alla divulgazione, un'efficace e accattivante forma espositiva per dei temi scientifici di vasto interesse".

L’obiettivo del laboratorio era far apprezzare le proprietà e le caratteristiche dei minerali e delle rocce attraverso i diversi sensi. Il laboratorio consisteva nella proiezione di immagini e manipolazione di veri campioni di minerali e rocce. Matteo ha "tradotto" egregiamente quanto ha appreso in un video personalizzato, che potete vedere su Youtube, cliccando l'immagine qui a fianco.
Matteo ha vinto un ingresso famiglia al Muse di Trento.